Spazio News

TRENO STORICO BENEVENTO-PIETRELCINA-ASSISI 7 E 8 SETTEMBRE 2019

 

 

 

 

 

 

 

Per sponsorizzare l’iniziativa è possibile versare un contributo sul conto intestato alla Sannio Europa SCARL,

società in house providing della Provincia di Benevento

IBAN IT31I0526215001CC1350100556

Per maggiori informazioni è possibile contattare gli uffici di Sannio Europa, dal lunedì al venerdì, dalle 09.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 18.00,

ai seguenti numeri telefonici: tel. 0824 372300 cell. 348 3441640

____________________________________________

MUSEO ARCOS: ZAHI HAWASS VISITA ARCOS...

Image

 

Image

Image

 

 

 


 

 ________________________________

NEWS

Treno storico Benevento-Pietrelcina-Assisi 7 e 8 settembre 2019

 

 

VISITA I MUSEI DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO

ARCOS- Sezione Egizia del Museo del Sannio

Laboratorio Europeo della naturalità


Progetti integrati rurali
INTRODUZIONE

Il POR Campania 2000-2006 è stato organicamente rivisitato con la valutazione di metà percorso.

Il Regolamento (CE) 1783/2003, ha previsto la realizzazione di una nuova modalità di organizzazione dell’intervento pubblico basata su strategie integrate di sviluppo rurale elaborate dai Partenariati Locali. ( art. 33 del Regolamento (CE) 1257/99). La misura 4.24 ha integrato l’impianto originario delle misure cofinanziate dal Feoga nell’ambito del POR CAMPANIA 2000-2006.

I P.I.R. (Progetti Integrati Rurali) sono stati concepiti come modelli di attivazione coordinata ed integrata delle misure Feoga. La misura 4.24 ha un budget disponibile di 10 Meuro e finanzia fino ad un massimo di 900.000 euro per PIR di spese di gestione, di assistenza e di animazione del Partenariato Locale: è una misura organizzativa. Ogni PIR può prevedere interventi fino a 10 Meuro di spesa pubblica a valere sulle singole misure del Feoga, con le stesse modalità di accesso previste per le misure.

IL RUOLO DEL PARTENARIATO LOCALE Il Partenariato Locale è il soggetto che avanza la proposta di Progetto Integrato Rurale attraverso:
  • l’effettuazione di studi e analisi preliminari all’individuazione del tema strategico;
  • l’emanazione di un avviso pubblico per acquisire le manifestazioni di interesse di pubblici e privati per la realizzazione di interventi a valere sulle misure del POR coerenti con il tema strategico prescelto;
  • la selezione delle manifestazione di interesse pervenute;
  • la definizione del PIR e del suo quadro economico;
  • la formulazione alla Provincia della richiesta di ACP (Attestato di Coerenza Programmatica;
  • la presentazione del progetto alla Regione.
    È fondamentale che il Partenariato Locale sia il più possibile rappresentativo del territorio di riferimento e degli interessi locali diffusi. La Regione Campania, riconoscendo il ruolo determinante del partenariato, nel bando della misura 4.24 ha assegnato un punteggio proprio in relazione al grado di rappresentatività e coerenza del partenariato.

PIR 1

PIR 2

PIR 3