VISITA I MUSEI DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO

ARCOS- Sezione Egizia del Museo del Sannio

Laboratorio Europeo della naturalità


Servizi associati
MOTIVAZIONI DELLA SCELTA

I Comuni che promuovono il progetto desiderano in primo luogo avviare un percorso di cooperazione sviluppando tale approccio sia al proprio interno, sia nelle numerose relazioni che “innervano“ il sistema formato da Amministrazione Provinciale, Comuni, Comunità montane e altri soggetti ( Parchi, PIT, Distretti ) che operano nel territorio. Tale volontà va nella direzione, sempre incentivata dal Governo Nazionale e Regionale, di unire le esperienze al fine di razionalizzare e rafforzare il sistema ed elevare la qualità dei servizi al cittadino ed alle imprese.
La gestione coordinata dei servizi attraverso l’impiego ottimale e la piena valorizzazione delle risorse strumentali è il percorso verso il quale si indirizza tutta l’impostazione progettuale. Alcuni dei servizi associati si avvalgono di una piattaforma informatica complessiva, ove ogni servizio associato avrà un proprio modulo web di riferimento.

Rappresentano, quindi, altrettanti obiettivi che i Comuni intendono cogliere con questo intervento:
  • il trasferimento di competenze e di esperienze tra i singoli e tra gli Enti;
  • il miglioramento di progettualità;
  • la modellazione di processi di riorganizzazione delle strutture e dei meccanismi di comunicazione;
  • l’aggiornamento di modelli di gestione;
  • la creazione e animazione di una rete tra le diverse istituzioni locali;
  • il maggiore utilizzo delle nuove tecnologie di ICT;
  • la razionalizzazione dei costi.
L’approccio progettuale per l’individuazione dei servizi Per ottenere un obiettivo specifico e concreto, così come esplicitamente chiesto dal Bando, occorre porre in atto con grande attenzione alcune azioni preliminari – di per sé già in larga parte previste nel progetto – in grado di migliorare fluidità e efficacia negli interventi.
In particolare, si fa qui riferimento a tutte quelle azioni destinate a:
  • individuare / preparare i singoli destinatari dell’intervento;
  • valutare i fabbisogni e progettare di conseguenza gli interventi;
  • pianificare ogni azione propedeutica;
  • creare con iniziative idonee un clima di consenso – individuale e diffuso – intorno al progetto;
  • progettare in dettaglio gli interventi consulenziali.
E’ evidente che le strutture comuni che si andranno ad attivare, renderanno sempre maggiore il livello di integrazione attraverso precise fasi attuative.

PSA 1

PSA 2